Categories

Coming soon…

    No scheduled posts

    Archive

    Tag Cloud

    Meta

    Immagini, testi e contenuti audio/video su MusicalWords.it

    Il sito web www.musicalwords.it ("Sito"), e tutti i contenuti (testi, audio, video, immagini, prodotti e servizi, collettivamente nelle pagine relative) accessibili su od attraverso di esso, sono messi a disposizione degli utenti senza in alcun modo avallare gli usi che gli utenti stessi ne possano fare. I diritti riguardanti l'uso delle immagini di opere d'arte esposte in ogni pagina del Sito appartengono ai rispettivi proprietari. Chi scarica, usa o trasmette Contenuti reperiti su o attraverso il Sito non può ritenere in nessun modo assolte le competenze spettanti ai detentori dei rispettivi diritti di tali Contenuti. Il Sito web www.musicalwords.it può contenere o linkare a Contenuti creati o caricati da terze parti. I Contenuti di terze parti non rappresentano necessariamente le opinioni del responsabile del Sito nè della redazione generale direttiva né delle altre redazioni nè dei suoi collaboratori. Il responsabile del Sito non controlla, monitora, avalla o garantisce in alcun modo i Contenuti di terze parti. In nessun caso responsabile del Sito potrà essere ritenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per danni o perdite causate o che si pensa possano essere state causate dall’uso o dal riferimento a Contenuti reperiti su o attraverso il nostro Sito. Il responsabile del Sito non si ritiene responsabile per attività dolose risultate dallo scaricamento o dall’utilizzo di Contenuti presenti sul proprio Sito web o accessibili attraverso di esso. I Contenuti presenti sul Sito www.musicalwords.it possono essere cambiati o rimossi senza notizia preventiva.


    « | Main | »

    An Open Letter…

    By Redazione Musica | settembre 27, 2008

    Pubblichiamo oggi questa lettera pervenuta in redazione da parte del Maestro Denini, resposabile della rivista SuonoSonda. L’oggetto dello scritto è la recensione dell’ultimo numero della rivista a cura di Jacopo Simoncini uscita su MusicalWords.it il giorno 12 Settembre . Ringraziamo Denini e tutta la redazione di SuonoSonda per la collaborazione con noi.

    *

    Cortese M° Jacopo SImoncini,
    Gentile Redazione MusicalWords.it,
    Cari Lettori tutti

    Vorrei ringraziarti (posso darti del tu?) per la positiva recensione al VI di SuonoSonda. Hai colto bene prospettive di fondo e intenzioni.
    Naturalmente non saremo noi a risolvere tutti i problemi tra musica e pubblico. Personalmente, poi, pur coltivando una mia indagine su come intendere la storia socioculturale e antropologica della musica e l’idea
    che la musica sia qualcosa di ben interno al mondo, inscindibile dai suoi contesti, mi considero poco portato a formulare teorie complessive circa ‘la’ direzione della musica d’oggi. Mi diverto di più a indagarla
    senza tesi da dimostrare o direzioni da imporre. Potrebbe essere anche un segno di ingenuità in rapporto al movimento dei poteri interni alla musica. Qualcuno potrebbe anche parlare di astuzia ideologica o
    ambiguità congenita. Per quanto mi riguarda trovo più urgente esplorare il presente che teorizzarlo: sì, a curiosità e senso di meraviglia (non senza rischi ed errori); no, a ricerche di potere e a egemonie
    sclerotizzanti e ossessive. Il ché richiede, tra l’altro, credo, non tanto una dismissione irresponsabile del pensiero sulla musica, quanto una più vigile ‘critica della ragion critica’, capace di cogliere ancor più attentamente quando è il caso di intervenire con la critica, e quando invece è il caso di tornare a un’ascolto il più aperto possibile. Una sfida interessante per il pensiero sulla musica oggi è, ad esempio, esercitare la critica attorno a suoni (presenti e passati) che non si siano distinti ogni volta per un loro apparato critico forte, e, quando fosse, saperla esercitare muovendosi all’interno dell’apparato critico sapendo coglierne ciò che di più o di meno quella musica esprime rispetto all’apparato. Non ci sono stati solo critici che hanno mostrato i loro punti deboli nel momento della creatività (e non sempre per colpa delle loro idee); ci sono stati anche musicisti il cui pensiero non si è per nulla manifestato a parole o che, nei loro scritti, sono arrivati ad allestire solo alcuni ‘campi base’ che gli hanno permesso poi ascese in vetta musicalmente molto più alte (e magari nemmeno del tutto consapevoli). Per questo il CD è il vero centro della rivista, senza nulla togliere agli altri interventi e rivendicando un ruolo al pensiero. C’è chi dice poi che sia finito il tempo delle riviste musicali di questo tipo, vedendo di internet solo l’aspetto concorrenziale e alternativo agli altri media: a me sembra che per costi e strumenti ci siano condizioni nuove per fare queste vecchie cose che sono le riviste, e internet e pc possono essere proprio quegli strumenti sussidiari democratici che tali riviste non avevano mai avuto.
    Comunque, è sempre possibile riformulare i propri mezzi senza azzerare la propria esperienza. Vedremo. Certo, non è nostra intenzione fare egemonia, chiunque può fare una cosa come la nostrae anche meglio. La
    nostra idea è di tenere aperto uno spazio di approfondimento e di esplorazione, qualcosa che non vuole portare via campo a collettori più ampi e più solidi. Ho apprezzato umanamente lo sforzo con cui hai oderato la tua critica al editoriale. Non c’è un parere unanime nemmeno all’interno della nostra redazione circa i miei editoriali (talvolta monitorati da altri redattori, ma di cui io sono il vero responsabile, nel bene e nel male):
    qualcuno li trova suggestivi, altri credo che nemmeno li leggano realmente. Io stesso vorrei trovare una forma parimenti evocativa, in senso profondo, ma più semplice. Per il III nostro biennio si pensava di creare un piccolo spazio, molto piccolo, di letteratura per musica (tenuto da veri letterati), che potesse compensare in profondità quello che l’editoriale potrebbe allora concedersi in apertura.

    Francesco Denini

    Topics: Editorial Collaboration, MUSIC, Your personal considerations | 1 Comment »

    One Response to “An Open Letter…”

    1. An Open Letter… - DA TRADURRE!! | Midi Blog Says:
      settembre 27th, 2008 at 00:20

      [...] Open Letter… – DA TRADURRE!! Archiviato in: Midi — Settembre 27, 2008 @ 2:01 am Daniele Simonin: Naturalmente non saremo noi a risolvere tutti i problemi tra musica e pubblico. Personalmente, [...]

    Comments