Categories

Coming soon…

    No scheduled posts

    Archive

    Tag Cloud

    Meta

    Immagini, testi e contenuti audio/video su MusicalWords.it

    Il sito web www.musicalwords.it ("Sito"), e tutti i contenuti (testi, audio, video, immagini, prodotti e servizi, collettivamente nelle pagine relative) accessibili su od attraverso di esso, sono messi a disposizione degli utenti senza in alcun modo avallare gli usi che gli utenti stessi ne possano fare. I diritti riguardanti l'uso delle immagini di opere d'arte esposte in ogni pagina del Sito appartengono ai rispettivi proprietari. Chi scarica, usa o trasmette Contenuti reperiti su o attraverso il Sito non può ritenere in nessun modo assolte le competenze spettanti ai detentori dei rispettivi diritti di tali Contenuti. Il Sito web www.musicalwords.it può contenere o linkare a Contenuti creati o caricati da terze parti. I Contenuti di terze parti non rappresentano necessariamente le opinioni del responsabile del Sito nè della redazione generale direttiva né delle altre redazioni nè dei suoi collaboratori. Il responsabile del Sito non controlla, monitora, avalla o garantisce in alcun modo i Contenuti di terze parti. In nessun caso responsabile del Sito potrà essere ritenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per danni o perdite causate o che si pensa possano essere state causate dall’uso o dal riferimento a Contenuti reperiti su o attraverso il nostro Sito. Il responsabile del Sito non si ritiene responsabile per attività dolose risultate dallo scaricamento o dall’utilizzo di Contenuti presenti sul proprio Sito web o accessibili attraverso di esso. I Contenuti presenti sul Sito www.musicalwords.it possono essere cambiati o rimossi senza notizia preventiva.


    « | Main | »

    Psiche e Musica… /9

    By Redazione Musica | settembre 18, 2010

    Individuazione degli archetipi

    Vediamo ora i principali archetipi individuati, la loro struttura, il loro successivo completamento. Ricordiamo che ciò che noi definiamo “archetipo” si forma e si fìssa in serie di rappresentazioni disposizionali permanenti nelle strutture neuroniche cerebrali quando uno “stimolo originario” si presenta per la prima volta sulle terminazioni nervose ad esse afferenti, inviato dai sensi che lo hanno raccolto all’esterno (o all’interno) dell’embrione umano. Tale stimolo consiste in una sequenza di onde formate da variazioni di potenziale elettrico propagantisi lungo le strutture neuroniche; una volta fissato e “archetipizzato”, non può subire successive variazioni, se non a causa di patologie organiche: Si ipotizza che la acquisizione degli archetipi sia ormai geneticamente guidata. E’ necessario premettere alcuni cenni sul metodo usato per la loro identificazione. Anzitutto occorre ricordare che gli archetipi, in quanto “grumi emozionali”, debbono il loro impianto cerebrale (e la loro fissazione in rappresentazioni disposizionali neuroniche) a un processo “non computazionale”, non riconducibile ad analisi razionali. Quindi, le metodologie di identificazione degli archetipi possono essere condotte:
    a) nella mente dell’essere umano maturo, ove sono presenti le loro rielaborazioni razionali, da cui essi vanno separati, “estratti”, e identificati;
    b) nelle espressioni sonico-ritmiche del bimbo appena nato e nei mesi successivi, ma prima che si affacci la funzione razionale completa e si sviluppi un linguaggio strutturato;
    e) nelle genuine espressioni dell’Arte in genere e della Musica in particolare, ove possono essere stati utilizzati ed espressi, anche se spesso mascherati dalla rielaborazione mentale dell’Autore.
    Con queste tre metodiche e mediante il loro paragone sono stati individuati una decina di archetipi emozionali ritmo-sonici, tra cui quelli denominati “di serenità”, “di ansia”, “di pianto convulso”, “di pianto disteso”, “di tristezza”, “di dolcezza”, “di asprezza” (o durezza), “di terrore”, “di ineluttabilità”, “di forza”, “di altezza”, “di profondità”. Inoltre sono stati definiti gli archetipi “numerici” (estratti dai precedenti) e gli archetipi “logici”, tra cui l’archetipo di “respiro” (avente logica binaria di “inspirazione-espirazione”) da cui discende l’altro archetipo logico “domanda-risposta”, e l’archetipo di “dubbio”.
    Gli archetipi emozionali, inizialmente solo ritmo-sonici, possono arricchirsi di tutte le altre notazioni sensoriali ed essere acquisiti in forma definitiva che consente il loro contemporaneo esplicarsi non solo nella musica ma in tutte le altre arti, e, in forma mentalmente rielaborata, in tutte le attività dell’uomo.

    Fabio Uccelli

    NOTA – vedi in calce la versione ritmo-sonica degli archetipi.

    Topics: ART, Aesthetic of Music, MUSIC, Music and Brain, News e Curiosità, Psiche e Musica - Speciale curato da Fabio Uccelli, Psychology of Music | No Comments »

    Comments