Categories

Coming soon…

    No scheduled posts

    Archive

    Tag Cloud

    Meta

    Immagini, testi e contenuti audio/video su MusicalWords.it

    Il sito web www.musicalwords.it ("Sito"), e tutti i contenuti (testi, audio, video, immagini, prodotti e servizi, collettivamente nelle pagine relative) accessibili su od attraverso di esso, sono messi a disposizione degli utenti senza in alcun modo avallare gli usi che gli utenti stessi ne possano fare. I diritti riguardanti l'uso delle immagini di opere d'arte esposte in ogni pagina del Sito appartengono ai rispettivi proprietari. Chi scarica, usa o trasmette Contenuti reperiti su o attraverso il Sito non può ritenere in nessun modo assolte le competenze spettanti ai detentori dei rispettivi diritti di tali Contenuti. Il Sito web www.musicalwords.it può contenere o linkare a Contenuti creati o caricati da terze parti. I Contenuti di terze parti non rappresentano necessariamente le opinioni del responsabile del Sito nè della redazione generale direttiva né delle altre redazioni nè dei suoi collaboratori. Il responsabile del Sito non controlla, monitora, avalla o garantisce in alcun modo i Contenuti di terze parti. In nessun caso responsabile del Sito potrà essere ritenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per danni o perdite causate o che si pensa possano essere state causate dall’uso o dal riferimento a Contenuti reperiti su o attraverso il nostro Sito. Il responsabile del Sito non si ritiene responsabile per attività dolose risultate dallo scaricamento o dall’utilizzo di Contenuti presenti sul proprio Sito web o accessibili attraverso di esso. I Contenuti presenti sul Sito www.musicalwords.it possono essere cambiati o rimossi senza notizia preventiva.

    Archive for giugno, 2011

    La cappella musicale di Santa Maria Maggiore a Bergamo dal 1657 al 1810

    giovedì, giugno 30th, 2011

    Studies on Italian Music History – (Brepols Publishers – Turnhout)

    Paola Palermo – Giulia Pecis Cavagna
    La cappella musicale di Santa Maria Maggiore a Bergamo dal 1657 al 1810
    with documents transcriptions on Cd-Rom.
    From its very creation the musical chapel of Santa Maria Maggiore in Bergamo was always one of the most outstanding of the North-Italian ecclesiastical institutions. [...]

    Ernst Bloch… il Divenire in Musica / 19

    giovedì, giugno 30th, 2011

    “espressionistica” ha poi, come suo corollario, anche una caustica opposizione a quel ramo dell’estetica musicale ottocentesca che fa riferimento soprattutto al formalismo di Hanslick. Poiché il formalismo protende verso una concezione che guarda all’opera musicale come oggetto asemantico, artigianale e quindi priva di soggetto ed espressione, esso è diametralmente opposto al tentativo blochiano di proporre una lettura antistoricistica della storia della musica inerente ad un soggetto utopico: “un ordinamento storico basato su elementi artigianali e tecnici – scrive Bloch – non è in grado di cogliere, suo malgrado, tutto l’essenziale della storia della musica”(SU, 52). Una musica che può rappresentare soltanto la “dinamica” dei sentimenti ma non il sentimento stesso[1] non può essere rivelativa dei moti interiori del soggetto né per questo della sua più intima essenza nascosta: questa concezione certo non può essere fondativa di una storia della musica basata sull’ “incomparabile vitalità che si media sul piano individuale”(ivi). Ciò non equivale a vedere in ogni musicista una monade priva di relazioni: le intenzioni del filosofo non mirano alla costruzione di una storia della musica solipsistica, dipinta a ritratti individuali, ma ad un cammino che illustri i momenti dell’incontro con il Sé; “la determinatezza geniale” di ogni musicista diventa elemento necessario di un “diapason canonico sovrastorico” in cui “le grandi individualità diventano categorie e

    Beyond Notes: Improvisation in Western Music …

    venerdì, giugno 24th, 2011

    Specvlvm Mvsicae – (Brepols Publishers – Turnhout)

    Vol. xvi: Beyond Notes: Improvisation in Western Music of the Eighteenth and Nineteenth Centuries
    edited by Rudolf Rasch,
    pp. xii+392, 2011.
    Improvisation is an important aspect of music, not only in jazz and other ‘improvised music’, but also of classical music. Pianists may add improvised interludes to their recitals and cadenzas to [...]

    Il Vampiro… (una) Storia Vera.

    lunedì, giugno 20th, 2011

    IL VAMPIRO. STORIA VERA
    A cura di Antonio Daniele
    ISBN 978-88-97231-01-1
    240 pp. – € 13,00

    Il Vampiro. Storia Vera di Franco Mistrali è il primo romanzo di vampiri della letteratura italiana. Scritto nel 1869, ha anticipato di trent’anni il Dracula di Bram Stoker senza tuttavia ottenere un successo considerevole, rimanendo praticamente semisconosciuto. Oggi, grazie alla Keres Edizioni, è [...]

    Ad Parnassum… 16!

    venerdì, giugno 17th, 2011

    Ad Parnassum Vol. 8 – No. 16 – October 2010

    Editorial Contents Abstracts
    ARTICLES
    Barry Cooper
    The Two — or Two Dozen — Finales for Beethoven’s Quartet Opus 130
    David Chapman
    Tuning Variations as a Guide to Bass-Line Instrumentation in the Orchestral and Solo Literature for the Eighteenth-Century Contrabass «Violon»
    Serguei N. Prozhoguin
    Cinque Studi su Domenico Scarlatti
    REVIEWS
    Floyd Grave
    David Wyn Jones, The Life [...]

    Ernst Bloch… il Divenire in Musica / 18

    mercoledì, giugno 15th, 2011

    l’espressione in Bloch è la manifestazione della natura utopica del mondo: quello che non esiste ancora ma del quale se ne desidera fortemente l’esistenza. L’espressione è dunque frutto dell’intenzionalità utopica dell’arte che può anche essere definita metafisica. Metafisica nel senso di una trascendenza soggettiva dell’empirico in direzione di un luogo non ancora divenuto che lascia intravedere qualcosa di sé nella fitta nebbia criptica dell’attimo vissuto[20]: essa è quindi il compimento di quello stupore nei confronti del minimale che si realizza nei contenuti del desiderio e della speranza (che così diventano la guida fondamentale di un’ermeneutica utopica). L’espressione è ancora l’opera d’arte nella compiuta realizzazione delle sue fasi, che dallo choc[21] iniziale e dalla conseguente messa in moto dell’Eingedenken giunge, grazie alla fantasia oggettiva, a farsi forma e contenuto di una volontà d’arte che, nel caso della “brocca renana”, “poltrona barocca” come di una determinata musica, dimostra di poter plasmare il mondo e la materia secondo i desideri dello Spirito. Infatti tale volizione, traduzione antropologica dell’intenzionalità simbolica, deforma ciò che la circonda secondo una direzione che potremmo definire “supererogatoria”, cioè del tutto diversa da quell’impulso costruttivo stimolato soltanto dal desiderio di una funzionalità semplicemente utilitaristica.

    Pertanto l’espressione “Noi ascoltiamo solo Noi”[22] supera il senso hegeliano di un ritorno più consapevole a se stessi, il quale equivarrebbe ad un percorso chiuso, predeterminatamente chiuso, statico. È per questo che Bloch afferma che “è soprattutto nel lavoro creativo che viene superato chiaramente il limite impressionante del non-ancora-conscio”(SU, 221). È importante quindi comprendere come il modello di riferimento della volontà d’arte (in grado di deformare a proprio piacimento la materia) sia l’immediato impulso della coscienza: essa eleva a modello della propria perfezione la diretta decodifica dell’interiorità quale si rivela nei disegni dei primitivi o nel tratto immediato dei bambini[23]. Nello Spirito dell’utopia leggiamo: “ben più importanti del meccanismo che trasforma le urla e le comunica come canto, sono le urla stesse, la loro immutata autenticità ed intensità. Pertanto non si deve continuare ad indagare l’atteggiamento creativo nella sua realizzazione puramente formale”,

    Ad Parnassum… 15!

    lunedì, giugno 13th, 2011

    Ad Parnassum Vol. 8 – No. 15 – October 2010

    editorial contents abstracs
    Despite their apparent diversity, the contributions included in the present issue of Ad Parnassum coalesce around the established and ongoing debate concerning ‘revision’ as a methodological category within the sphere of musicology. Although approached from different perspectives and from the vantage points of [...]

    ‘Orchestral Conducting…’ International Conference!

    giovedì, giugno 9th, 2011

    *

    ***

    ***
    CONVEGNO INTERNAZIONALE
    INTERNATIONAL CONFERENCE
    Orchestral Conducting in the 19th Century

    Società dei Concerti, La Spezia
    &
    Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini, Lucca
    La Spezia, CAMeC, 14-16 luglio 2010
    *    *    *
    COMITATO SCIENTIFICO / PROGRAMME COMMITTEE

    Andrea Barizza (La Spezia), Alexandre Dratwicki (Venice), Lorenzo Frassà (Lucca), RobertoIlliano (Lucca), Fulvia Morabito (Lucca), Michela Niccolai (Montréal), Massimiliano Sala (Pistoia)KEYNOTE SPEAKERS
    Prof. Rémy Campos (Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris / Haute École de Musique de [...]