Categories

Coming soon…

    No scheduled posts

    Archive

    Tag Cloud

    Meta

    Immagini, testi e contenuti audio/video su MusicalWords.it

    Il sito web www.musicalwords.it ("Sito"), e tutti i contenuti (testi, audio, video, immagini, prodotti e servizi, collettivamente nelle pagine relative) accessibili su od attraverso di esso, sono messi a disposizione degli utenti senza in alcun modo avallare gli usi che gli utenti stessi ne possano fare. I diritti riguardanti l'uso delle immagini di opere d'arte esposte in ogni pagina del Sito appartengono ai rispettivi proprietari. Chi scarica, usa o trasmette Contenuti reperiti su o attraverso il Sito non può ritenere in nessun modo assolte le competenze spettanti ai detentori dei rispettivi diritti di tali Contenuti. Il Sito web www.musicalwords.it può contenere o linkare a Contenuti creati o caricati da terze parti. I Contenuti di terze parti non rappresentano necessariamente le opinioni del responsabile del Sito nè della redazione generale direttiva né delle altre redazioni nè dei suoi collaboratori. Il responsabile del Sito non controlla, monitora, avalla o garantisce in alcun modo i Contenuti di terze parti. In nessun caso responsabile del Sito potrà essere ritenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per danni o perdite causate o che si pensa possano essere state causate dall’uso o dal riferimento a Contenuti reperiti su o attraverso il nostro Sito. Il responsabile del Sito non si ritiene responsabile per attività dolose risultate dallo scaricamento o dall’utilizzo di Contenuti presenti sul proprio Sito web o accessibili attraverso di esso. I Contenuti presenti sul Sito www.musicalwords.it possono essere cambiati o rimossi senza notizia preventiva.

    Author Archive « Previous Entries

    Il Vampiro… (una) Storia Vera.

    lunedì, giugno 20th, 2011

    IL VAMPIRO. STORIA VERA
    A cura di Antonio Daniele
    ISBN 978-88-97231-01-1
    240 pp. – € 13,00

    Il Vampiro. Storia Vera di Franco Mistrali è il primo romanzo di vampiri della letteratura italiana. Scritto nel 1869, ha anticipato di trent’anni il Dracula di Bram Stoker senza tuttavia ottenere un successo considerevole, rimanendo praticamente semisconosciuto. Oggi, grazie alla Keres Edizioni, è [...]

    Angelo Tonelli… e le parole dei sapienti!

    martedì, febbraio 8th, 2011

    angelo tonelli, parole dei sapienti, feltrinelli

    Paradisi Ambigui…

    martedì, settembre 21st, 2010

    merosi anni di lavoro appassionati ma decisamente faticosi, risulta felice innanzitutto per la struttura chiara e lineare in cui però si inseriscono ricerche citazioni note abbondanti e meticolosamente elaborate: insomma un incontro – da parte dell’autore – tra il piacere della lettura e la ricerca accademica nel senso migliore del termine.

    I saggi più corposi – spesso dedicati al confronto tra Montale e D’Annunzio, o comunque tra Montale e la grande letteratura italiana ed europea – costituiscono approfondimenti indispensabili di spunti gettati da altri, oppure revisioni di spunti sottovalutati o di veri e propri errori di contestualizzazione e interpretazione. Varie sono – in entrambi i casi – le qualità che l’operazione rivela: si fanno innanzitutto nuove “scoperte” su precedenti biografici e letterari al riguardo di oggetti “montaliani” (il cannocchiale, il ventaglio…); si allarga poi con decisione lo sguardo su modelli e letture del mondo classico, umanistico (fondamentale la scoperta di un retroterra con sicurezza attribuibile al Poliziano), italiane “minori” e straniere. Un punto di forza su cui giustamente si insiste è il superamento delle interpretazioni di Montale in alternativa tra esploratore dei nuovi modi anglisti della poesia, o erede diretto della grande tradizione italica post-dannunziana. Piacevole sorpresa per il lettore lontano dall’asfissia dei blasoni universitari la sottolineatura del valore umano ed umanitario del poeta (si vedano soprattutto le pp. 96 – 100).

    Ne nasce una riorganizzazione più attenta del gioco mito – letterarietà – fatti concreti, sui quali vince certo la letteratura, ma nel senso del grande thesaurus culturale in cui siamo chiamati a confrontarci come uomini, nei modelli che accettiamo o rifiutiamo, e in quelli che proponiamo.

    Torniamo sui saggi più corposi e in un certo senso più accademici del volume, cioè i secondi cinque, e in particolare il primo fra essi: il riferimento dannunziano è qui continuo ed esplicito e riguarda tutte le raccolte montaliane; è possibile così proporre non solo una cronologia dell’intensità per il rapporto Montale – D’Annunzio, ma anche una funzione di tale rapporto, che dopo aver fornito i “geni tutelari” a sostegno della poesia nel tragico momento finale della guerra (“40 – “43, con punte che si protraggono fino al “47) subisce una rarefazione se non un abbandono corrispondente al distacco tanto dalla musa amata (Clizia) quanto da tutta la letteratura post-simbolista. Per questo è quindi lodevole che nel saggio successivo (Il riferimento dannunziano da Satura ad Altri versi, pp. 183 – 218) la discontinuità montaliana rispetto alle prime raccolte non impedisca un confronto continuo con D’Annunzio: non a caso la presenza di questi nel “quasi – ultimo” Montale ironico è posta sapientemente in parallelo con le citazioni di metalli e pietre preziose, che preludono da correlativi oggettivi al guizzo finale con cui il poeta ligure affida ancora alla poesia la dignità di “voce in capitolo” in questo mondo e nella società umana.

    Ancora, nel terz’ultimo saggio (Montale paradisiaco, pp. 219 – 254) ci si occupa della maggiore o minore incidenza del Poema Paradisiaco nelle varie raccolte montal

    Ci siamo riusciti… Agorà e dintorni!

    lunedì, giugno 28th, 2010

    e intervento desidero procedere sotto il segno dell’emozione e non ho esitato a delegare a titolo dell’elaborato la frase che ho pronunciato il 20 aprile a Milano all’uscita del Cinema Apollo, dopo l’anteprima di Agorà di Alejandro Amenàbar: in Apri gli occhi (1997) lo Spettatore poteva osare di stendere la mano per conoscere cosa si nascondesse “dall’altra parte dello specchio”, The Others (2001) lo respinse, ricacciandolo nel Buio da dove era venuto; in Agorà, a prescindere dalle argomentazioni sostenute prevalentemente dalla critica, trionfa la Luce.

    Mi rendo conto che possa sembrare contraddittorio e, in un certo senso, rischioso parlare di Luce in una pellicola che descrive le peggiori azioni che un essere umano possa compiere in nome di un’Idea (Ipazia, matematica ed astronoma, viene scorticata viva all’interno di una chiesa – il film sorvola, giustamente, sui dettagli truculenti) e, in effetti, non escluderei che gli spettatori credenti, “disarmati”, potrebbero essere colti, giunti alla didascalia “FINE”, dal dubbio che il vero incontro con la Divinità (qualunque essa sia) non si realizza (tutt’ora, forse) nel salmodiare nei templi o durante clamorosi quanto infantili “miracoli pubblici”

    Cina… Mito, Storia e Passione.

    mercoledì, giugno 16th, 2010

    Cina: Mito, Storia, Passione
    Il progetto Cina: Mito, Storia, Passione è il frutto della collaborazione di due studenti universitari, Adele Cozzani e Giordano Giannini, come risposta alle problematiche poste quotidianamente dall’immigrazione cinese e dell’integrazione multirazziale in Italia.
    Adele Cozzani, laureata in Lingue e Culture dell’Asia Orientale presso l’Università Cà Foscari di Venezia e attualmente studentessa del [...]

    Identità..

    domenica, febbraio 21st, 2010

    I volti diversi dell’identità:
    “L’identità italiana ed europea tra sette e ottocento” (AA.VV. – a cura di A.Ascenzi ed L. Melosi,Leo S. Olschki editore, XIV + 184 pagine con cinque immagini BN in testo, Perugia 2008)

    Ci siamo appena ripresi (e non del tutto) dalle scioccaggini dei preamboli su “carta”, che violentavano a proprio uso e consumo [...]

    Infinitarsi..

    martedì, dicembre 29th, 2009

    “Infinitarsi”: il dialogo perpetuo dell’uomo con la natura
    (sull’ultima raccolta poetica di Isabella Tedesco Vergano)
    E’ disponibile da poco meno di un anno in libreria per i tipi di Campanotto Editore la terza bella raccolta poetica di Isabella Tedesco Vergano: “Infinitarsi” (76 pagine, euro 10). L’autrice, nata a Genova dove ha proficuamente studiato, da decenni spezzina d’adozione, [...]

    Follia and Philosophy…

    mercoledì, ottobre 7th, 2009

    Il seguente intervento è da considerarsi in relazione all’articolo di Paolo Barizza incentrato sulla Follia in Musica.
    *
    Musica e follia: un equivoco fonte di infiniti equivoci*
    Il tema musica e follia si presenta, sullo scenario di una cultura diciamo alla moda, come talmente determinato in maniera unidirezionale da essere anche subito lievemente sospetto. Legioni di nietzscheani, già [...]

    Bach, Strauss and Schoenberg…

    lunedì, settembre 7th, 2009

    Cari Amici!
    MusicalWords ritorna alle consuete pubblicazioni con un bellissimo articolo del Prof. Postorino.
    QUest’anno avremo più tempo fra una pubblicazione e l’altra.. lasciano, in questo modo, più possibilità di lettura e divulgazione.
    Buon Anno!

    ***************
    Dell’austerità e della leggerezza*

    Quando, all’inizio degli anni Settanta, gli stupefatti spettatori del film 2001: Odissea dello spazio osservavano magnetizzati il movimento dell’astronave che [...]

    Festival di Poesia a Zena…

    lunedì, giugno 8th, 2009

    Dall’11 al 21 giugno si spalancano le parole al
    15° Festival Internazionale di Poesia di Genova

    80 eventi gratuiti tra letture, concerti, performance, proiezioni,
    visite guidate, mostre
    140 poeti e artisti da tutto il mondo
    40 luoghi di spettacolo
    Pacchetti turistici speciali per godersi Genova e tuffarsi nella poesia

    Come ogni estate dal 1995 torna il Festival Internazionale di Poesia
    di Genova, la [...]

    « Previous Entries