Un allenamento senza scorciatoie aumenta il cardio fitness

Un allenamento senza scorciatoie aumenta il cardio fitness

Dopo decenni di sperimentazione e risultati, i dati sono divenuti ormai inconfutabili: un’attività di fitness praticata con regolarità, senza fretta e senza “scorciatoie”, migliora l’efficienza del cuore e di tutto l’apparato cardiocircolatorio, come da titolo: del cardio fitness.

Il tutto grazie al meccanismo energetico aerobico di utilizzo di glicogeno ed acidi grassi liberi.

Tra le discipline maggiormente efficienti nel garantire risultati in termini di dimagrimento, tono muscolare e incremento della capacità e potenza aerobica, in questi ultimi anni si è sviluppata moltissimo la tecnica di Cardio-fitness, che si basa sul concetto di massima frequenza cardiaca (Fcmax): praticamente il numero massimo di battiti che il cuore può compiere in un minuto.

Qual è la formula per calcolare il “FCmax”?

La formula più usata è la seguente:

FCmax = 220 meno gli anni d’età

(es: se avete 18 anni il vostro FCmax è pari a 220-18 = 202).

Questo è un valore limite a cui non si deve mai arrivare! L’attività Cardio ha come obiettivo quello di mantenere il proprio battito cardiaco in un range di lavoro ottimale.

Il range di lavoro ottimale è determinato da un valore minimo e un valore massimo che si possono monitorare facilmente utilizzando il cardiofrequenzimetro (lo strumento che misura i battiti cardiaci).

Il lavoro ottimale ha valori compresi tra il 65% ed il 75% del Fcmax.

Se si lavora superando il 75% del FCmax, infatti, si rischia il catabolismo muscolare:

1. Utilizzo delle riserve di grasso e di proteine contenute nei muscoli e non quelle sottocutanee

2. Si sottopone il cuore ad uno stress eccessivo

3. Eccessiva produzione di acido lattico, che potrà provocare crampi.

E se la frequenza è sotto il 65%?

Se invece lavorerete al di sotto del 65% del Fcmax, non utilizzerete al meglio il vostro tempo e per bruciare la stessa quantità di grassi dovrete aumentare le vostre sedute.

Le regole per praticare l’attività cardio e bruciare i grassi

1. Allenatevi al mattino prima di fare colazione e se proprio non avete il tempo cercate di allenarvi dopo un digiuno di 4 ore.

2. Evitate, prima di un allenamento cardio, di assumere carboidrati

Importante!

Non allenatevi mai per più di un’ora: dopo questo limite l’allenamento aerobico inizia a distruggere le proteine muscolari.

Tutto ciò può sembrare complicato, ma è solo una questione di abitudine e – vi assicuriamo – allenarsi controllando la propria frequenza cardiaca vi aiuterà ad ottenere risultati migliori in un tempo ottimale